Practice Areas

LE AREE DI ATTIVITA’

DIRITTO PENALE

Lo studio è specializzato in diritto penale in tutte le sue sfaccettature (si spazia dal diritto penale della persona al diritto penale d’impresa). Nello specifico l’equipe fornisce la redazione di denunce e querele

  • Redazione atti di opposizione a decreto penale di condanna
  • Redazione atti di opposizione all’archiviazione
  • Redazione di memorie difensive
  • Assistenza e difesa nella fase delle indagini preliminari
  • Assistenza e difesa dinanzi al GIP
  • Assistenza in caso di reati ambientali; reati fiscali;
  • Assistenza in caso di reati fallimentari ( bancarotta, etc);
  • Assistenza e difesa processuale per tutti i procedimenti dinanzi al Giudice di Pace, Tribunale, Corte d’Appello e Tribunale di Sorveglianza
  • Redazione di Atti di Appello
  • Costituzioni di parte civile
  • Pareri in materia di Diritto Penale

MODELLI ORGANIZZATIVI EX D.LGS 231/01

I professionisti forniscono un supporto completo e specializzato per la realizzazione ed implementazione del Modello Organizzativo attraverso soluzioni costruite su misura ed integrabili con i sistemi già esistenti. La professionalità e le competenze del nostro equipe consentono di realizzare quella sinergia di conoscenze necessaria alla comprensione dei fenomeni aziendali in una prospettiva penalistica, superando i limiti della consulenza monotematica, prestata da singoli professionisti. Grazie infatti al lavoro di gruppo il modello organizzativo viene creato ad hoc per la società, come un vero e proprio “abito sartoriale”. L’espletamento dell’incarico di assistenza e consulenza si sviluppa attraverso le seguenti attività: analisi complessiva dell’assetto organizzativo (procure e deleghe, procedure formalizzate, policy etico-comportamentali, organigramma, funzioni, ecc.)

DIRITTO TRIBUTARIO

Il diritto tributario, che attiene ad un settore dell’attività finanziaria dello Stato, rappresentava in origine una parte indifferenziata del diritto amministrativo; e poi, via via, ha acquisito sempre maggiore autonomia a causa della crescente rilevanza che hanno assunto, nell’ambito delle entrate di cui lo Stato dispone per poter svolgere la propria attività, quelle che possiamo genericamente definire tributarie. Volendo individuare con precisione l’oggetto del diritto tributario, lo si può identificare nel complesso di norme che regolano l’imposizione e la riscossione dei tributi, e quindi recanti la disciplina del rapporto che si instaura tra il soggetto attivo (l’ente impositore) ed il soggetto passivo (il contribuente) della relativa prestazione obbligatoria, dalla nascita alla sua concreta attuazione, nonché la disciplina dei rapporti e delle situazioni connessi o derivati.

RECUPERO CREDITI

“Il debito è come qualsiasi altra trappola: abbastanza facile cadervi dentro, ma abbastanza difficile poi uscirne (H. W. Shaw)”.

Bisogna sempre lasciare accumulare i propri debiti, per poter poi venire ad una transazione. (Guy de Maupassant)”.

Il Team di Consulenza.legal attua procedure operative studiate in base alle diverse caratteristiche dei crediti ed alle diverse tipologie di debitori ed assicura la massima economicità tramite una preventiva certezza dei costi da sostenere. Azioni regolari e strutturate che partono tramite sollecito epistolare e telefonico sino ad arrivare alle eventuali fasi di intervento tramite azioni legali.

Fase Stragiudiziale: in tale fase, lo Studio Legale tenterà di concordare un piano di rientro o una transazione a saldo e stralcio con i debitori e/o garanti tramite solleciti epistolari e telefonici. In particolare:

Sollecito epistolare: ci sono diversi gradi e diversi livelli di gravità. Inizialmente, viene inviata una missiva che avvisa il debitore della situazione, che paventa il rischio del passaggio a una fase successiva di intervento e che richiede al debitore il pagamento della somma dovuta (indicando il capitale, interessi e spese). Può seguire un’altra comunicazione epistolare, più diretta, tramite “intimazione di pagamento” e comunicazione di affido pratica ad un ufficio preposto al recupero crediti.

Sollecito telefonico: l’operatore telefonico incaricato provvede ad effettuare solleciti telefonici di pagamento (anche via fax e/o e-mail o altri mezzi), tentando di risolvere eventuali contestazioni.

Messa in mora: è il primo passo formale per tentare il recupero del credito: tramite un’ultima lettera raccomandata A/R, al debitore viene intimato di pagare la somma dovuta entro un termine determinato, trascorso il quale è possibile avviare l’azione giudiziaria con addebito di tutti i maggiori oneri sostenuti.

Nel caso in cui il recupero in via “bonaria” sia negativo, sarà possibile eseguire accertamenti economico/patrimoniali per valutare l’opportunità di avviare un’azione legale. Allo stesso modo, se si giunge ad un accordo e il debitore si rende disponibile al pagamento, immediato o rateizzato, lo Studio Legale farà il necessario per cautelare il creditore e garantire il rispetto degli accordi presi (ad es. richiesta di maggiori garanzie, quali: titoli di credito, pegni, ipoteche, ecc.); anche in questo caso, sarà possibile eseguire accertamenti economico/patrimoniali per verificare le reali condizioni economiche del debitore.

Fase Giudiziale Il ricorso al tribunale è l’extrema ratio da percorrere quando la fase stragiudiziale (che consente di ridurre tempi e costi) non produce risultato; In questo modo, sarà possibile ottenere un titolo esecutivo, ovvero l’atto o il documento col quale poi avviare l’esecuzione forzata sui beni del debitore (es.: auto, casa, somme di denaro, beni della società, ecc.). Generalmente, l’azione legale viene intrapresa previa verifica del buon esito del recupero coattivo del credito, ovvero solo quando, a seguito di patrimonialità eseguite nella fase stragiudiziale emergano capitali sufficienti a coprire il credito insoluto (possesso di beni pignorabili). La mancanza di tali beni, di solito, rende “sconveniente” avviare l’azione legale, anche perché in caso di esito negativo dovrà essere il creditore a dover sopportare le spese legali.

DIRITTO SOCIETARIO

Per ogni impresa è essenziale assicurare lo svolgimento delle proprie attività nel pieno rispetto delle numerose e mutevoli normative di settore, cogliendone al massimo le relative opportunità. Il nostro team  presta le proprie attività di consulenza ed assistenza in via continuativa, anche attraverso gruppi specialistici, in tutte le fasi dell’attività di impresa, dalla costituzione, allo sviluppo, al consolidamento, alla riorganizzazione. Qualsiasi esigenza della società viene affrontata con estrema professionalità. Le attività di consulenza principale riguardano:

  • Consulenza e assistenza stragiudiziale di natura continuativa in materia commerciale o societaria, in forma organizzata per fornire riscontro in tempo reale;
  • Contrattualistica d’impresa;
  • Consulenza strategica (costituzione, sviluppo, consolidamento, riorganizzazione);
  • Consulenza o assistenza stragiudiziale in specifiche aree di attività, attraverso gruppi specialistici individuati per materia o settore industriale.

DIRITTO CIVILE

Il diritto civile è l’insieme di norme giuridiche che regolano i rapporti tra privati. È una branca del diritto privato assieme al diritto commerciale, distinzione che in Italia non ha più ragion d’essere in quanto il legislatore del 1942 ritenne di unificare il diritto civile con il diritto commerciale, mentre la distinzione sopravvive tuttora in altri ordinamenti. Il diritto civile comprende la materia dei contratti, delle obbligazioni, dei diritti reali, delle persone e della famiglia, delle successioni a causa di morte, della responsabilità civile. Invece il diritto commerciale si sviluppa intorno alla nozione di imprenditore e impresa, e si occupa in particolare della disciplina delle imprese organizzate in forma societaria (nonché di altri istituti quali i titoli di credito o i cosiddetti contratti commerciali, che rilevano soprattutto nei rapporti tra imprenditori e tra imprenditori e consumatori). Le regole, che possiamo anche chiamare norme, sono i comportamenti che si devono seguire o evitare nei rapporti tra le persone per consentire una convivenza il più possibile pacifica.

CONTRATTUALISTICA

Ai sensi del Codice Civile, il “contratto” è l’accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale” (art. 1321 C.C.).

Da ciò si evince che, nella realtà quotidiana, le persone di fatto stipulino tra loro numerose tipologie di rapporti contrattuali, a volte senza nemmeno esserne troppo consapevoli. (ad es.: acquisto della colazione al bar, utilizzo dei mezzi pubblici, prestito di un libro in biblioteca, e via dicendo. Oltretutto, nella panoramica contrattualistica, almeno italiana, oltre ai contratti nominati (espressamente previsti nel Codice Civile o in leggi speciali), è possibile concludere anche contratti atipici, ossia non appartenenti ai tipi specificamente previsti dalla legge.

Lo Studio Legale, pertanto, offre preliminarmente una consulenza informativa sul contenuto ed i requisiti di forma e validità del contratto, nonché sugli effetti della stipula e le conseguenze giuridiche a carico delle parti. Sarà possibile, poi, richiedere la redazione di contratti (locazione, comodato, vendita, contratti commerciali e societari, transazioni, preliminari vendita,  bozze di mutui, ecc……) personalizzati in base alle richieste ed alle esigenze del cliente.

Il nostro principale interesse è quello di rendere al Cliente un contratto “blindato” sotto tutti i profili e far in modo, cosi, di evitare eventuale controversie giudiziarie, spesso avviate proprio a causa dell’erronea stipula degli accordi;

DIRITTO BANCARIO

Il diritto bancario è quella branca del diritto che attiene alla banca come istituzione e come soggetto attivo o passivo di rapporti giuridici. In base a questa basilare distinzione, possono subito individuarsi due prospettive di studio della materia.     La prima è quella dello studio dell’istituto di credito in senso statico-pubblicistico, nella sua dimensione giuridica, nei rapporti giuridici attivi e passivi con gli organi di vigilanza; la seconda è quella dinamica-privatistica, come studio del rapporto banca-soggetto finanziato, sotto le forme più note di contratti di finanziamento, secondo ciò che la legge prevede nel caso specifico. Il nostro apporto nelle materie di diritto bancario va dalla consulenza tecnica sulle transazioni bancarie, sino alla assistenza nella redazione dei contratti e dei vari atti riguardanti il mercato bancario; nello specifico:

  • redazione di contratti di finanziamento, term e revolving;
  • assistenza nella costituzione di garanzie reali e personali collegate a contratti di finanziamento;
  • consulenza sulle operazioni a debito, quali acquisizioni societarie, nelle varie forme tecniche necessarie al caso concreto;
  • finanza da esportazione, leasing e asset finance;
  • finanza di progetto, anche attraverso fondi destinati a ciò dalle normative di settore;
  • assistenza nella rinegoziazione del debito;
  • assistenza nelle fasi patologiche del rapporto bancario, quali interruzioni di credito;
  • contenzioso bancario.

Diritto dei Rifugiati e Della Protezione Internazionale

Il diritto della protezione internazionale disciplina i requisiti e le procedure, sia interne che internazionali, per il riconoscimento in capo ai soggetti richiedenti delle forme internazionali di protezione, che vanno dal riconoscimento dello status di rifugiato sino al riconoscimento di particolari forme di protezione, ai sensi della normativa Italiana applicabile. Il diritto alla protezione internazionale trova la sua fonte principale nell’art. 1, lett. a) punto 2) della Convenzione di Ginevra, che definisce lo status di rifugiato. Oltre a questa forma di protezione internazionale, l’ordinamento Italiano, adattandosi alle norme internazionali in materia, riconosce anche la protezione sussidiaria di cui all’art. 14 del d.lgs. 251/2007 e la protezione umanitaria di cui all’art. 32, co. 3, del d.lgs. 25/2008. Ognuna di queste forme di protezione comprende i propri requisiti, le proprie specificità e le proprie criticità applicative, per questo è necessario che il soggetto richiedente la protezione internazionale sia tutelato da un professionista che possa districarsi in un ambito normativo di nicchia, che spesso necessita della conoscenza anche di lingue rare o di un approfondito studio delle fonti internazionali e delle fonti di indagine messe a disposizione dalle più importanti organizzazioni umanitarie sul campo. Il nostro apporto in tale settore si caratterizza per una profonda conoscenza delle questioni più importanti a fondamento di una domanda di protezione internazionale, tra cui:

  • la discriminazione per opinioni politiche, effettive o imputate;
  • la discriminazione per appartenenza ad una determinata religione, con maggiore attenzione alle minoranze religiose ed alle fedi minacciate dall’inasprirsi dei conflitti inter-religiosi;
  • la discriminazione per appartenenza a culti o società segrete;
  • la discriminazione per il sesso, con attenzione ai diritti delle donne;
  • la discriminazione per orientamento sessuale, con particolare riferimento ai diritti LGBT;
  • la discriminazione per appartenenza ad un determinato gruppo sociale.

Il settore della protezione internazionale è diventato sempre più importante per l’afflusso migratorio massiccio proveniente da luoghi devastati da guerre o regimi autoritari, ma il nostro approccio rimane sempre di una attenzione particolare alle esigenze del singolo richiedente, cercando la migliore soluzione anche in casi complessi, soprattutto dinanzi alle autorità giudiziarie Italiane, fornendo una tutela integrale che va dal contenzioso sino alla cura dei diritti patrimoniali per richiedente.

Richiedi un consulto legale senza impegno

 

Volete parlare con uno dei nostri consulenti? Basta inviare i dati di contatto e saremo a disposizione a breve. È possibile anche contattarci via e-mail o via telefono.

Siamo consapevoli della difficoltà di tutte le nostre sfide, ma non per questo ci arrendiamo; le affrontiamo con coscienza e conoscenza, sfruttando al massimo tutte le nostre possibilità.